Home » Stemmi

Stemmi

Tressure Roll

Tressure Roll - Baroni Spano'

Stemma registrato presso il Tressure Roll

Il Tressure Roll è un'istituzione privata localizzata in Sudafrica, ma con connotati internazionali, i cui funzionari sono gli stessi dell'Ufficio Araldico del Sudafrica.

Per maggiori informazioni visitare il sito https://www.thetressureroll.com

Banner - Tressure Roll

Banner - Tressure Roll - Baroni Spano'

Stemma dei Ballesteros

Stemma dei Ballesteros - Baroni Spano'

Il Re Emerito S.M. Juan Carlos I prima di ritirarsi dalla vita pubblica ha concesso la sua protezione ai Ballesteros di San Felipe e Santiago di cui il barone fa parte,ed il Vizconde di Ayala che nè è il Gran Maestro ha concesso ai Ballesteros il privilegio di posporre al proprio scudo, se legalizzato, il simbolo della Balestra dietro lo scudo come contrassegno d'onore. In alto lo stemma del barone Diego Spanò con la balestra della Noble Compania de Ballesteros Hijosdalgos de San Felipe y Santiago.

Stemma dei Cavalieri dell'Ordine di Vittorio Veneto

Stemma dei Cavalieri dell'Ordine di Vittorio Veneto - Baroni Spano'

Stemma dell'Istituto Nazionale della Legion d'Onore dei Cavalieri dell'Ordine di Vittorio Veneto, commissionato dal Barone Spanò all'artista spagnolo Antonio Salmeron Cabanas, in occasione del Centenario della vittoria della I/a guerra mondiale.

 

 

Stemmi

La famiglia detiene ed usa più di uno stemma.

 

C'è lo stemma antico dei Baroni Spanò di Reggio Calabria, quello dei Baroni dei tre Mulini, quello dei Marchesi di Mazzacuva e quello concesso dal Granducato di Pomerania, micronazione online.

Infine quello "condiviso" dei Cavalieri della Palmara.

Stemma antico

Stemma antico - Baroni Spano'

Stemma antico e di famiglia - Baroni Spano' 

Scudo: sannitico


Arma: d'azzurro, alla palma sradicata d'oro, sormontata da un crescente montante d'argento e sinistrata da un leone controrarampante del secondo


Timbro: elmo e corona da nobile

Cercine e lambrecchini: d'azzurro e d'oro

* * *

 Stemma registrato sul Registro Araldico Italiano

http://www.registroaraldicoitaliano.com/spanò_diego.html

Ricostruzione e certificazione genealogica dello Studio Camajani

 

 

Baroni dei Tre Mulini

Baroni dei Tre Mulini - Baroni Spano'

Stemma dei Baroni dei Tre Mulini

 

Arma: d'azzurro, alla palma sradicata d'oro, sormontata da un crescente montante d'argento e sinistrata da un leone controrarampante del secondo ed addestrata da tre ruote di mulino (2,1) d'argento


Timbro: elmo e corona da barone, lambrecchini d'azzurro, d'oro e d'argento


Motto: DEO GRATIAS

 ♦  ♦  ♦

Stemma registrato sul Registro Araldico Italiano il 14 maggio 2016 ed il 7 marzo 2018

Certificato dal Cronista d'Arme di Castilla Y Leon il 29 febbraio 2016

Certificato presso l'Oficina Espanola de Patentes y Marcas, Departemento de Signos Distintivos il 27 marzo 2017

Estratto di registrazione sul Registro de Armas de la Comunidad Hispànica

http://www.registroaraldicoitaliano.com/download/57_registrazione_heraldaria.pdf

 Registrato presso l'Ufficio Araldico del Sudafrica

Applicationamendement Certificato di registrazione

Registrato sul Registro Internazionale di Nobiltà e Cavalleria del Consiglio Storico ed Araldico Italiano 

http://registroaraldico.it/tmp/spanò_grandearmoriale.pdf

Provvedimento di giustizia della Casa Ducale D'Este Orioles

Decreto di riconoscimento della Casa Ducale Perna

Autocertificazione Casa Perna

Lettera patente Casato Perna

 

Mazzacuva di Montebello Ionico

Mazzacuva di Montebello Ionico - Baroni Spano'

Stemma dei Marchesi di Mazzacuva di Montebello

 

Scudo: sannitico


Arma: d'azzurro, al leone coronato d'oro, armato e lampassato di rosso, sovrastante un monte di tre cime di verde


Motto: Mons belli nobilitas


Elmo: d'argento, graticolato, bordato e collarinato d'oro, posto di fronte (da marchese)

 
Cercine: d'azzurro e d'oro


Corona: un cerchio d'oro rabescato e gemmato al naturale, cimata da quattro fioroni d'oro di cui tre visibili, sostenuti da punte e alternati da dodici perle disposte tre a tre in quattro gruppi a piramide di cui due sono visibili (da marchese)

 
Lambrecchini: azzurro, oro e verde

 

♦ ♦ ♦

Stemma registrato sul Registro Araldico Italiano

Stemma certificato dal Cronista d'arma di Castilla Y Leon

Sentenza del Tribunale nobiliare internazionale, organo permanente della Corte suprema di giustizia nobiliare arbitrale di Bari

Legalizzazione dello stemma dei Mazzacuva di Montebello Jonico da parte del Registro de Patentes y Marcas di Spagna

Provvedimento di giustizia del titolo di Mazzacuva di Montebello Ionico della Casa Ducale D'Este Orioles

Ulteriori reperti

Ulteriori reperti - Baroni Spano'

Blasone marchionale databile 1803, rinvenuto nel palazzo Mesiani-Mazzacuva di Bova, ramo collaterale dei Marchesi Mazzacuva di Montebello Jonico

Stemma inquartato

Stemma inquartato - Baroni Spano'

Stemma del Barone Spanò che inquarta l'arma dei Mazzacuva di Montebello Ionico con quello dei Baroni dei Tre Mulini.